Terapie Integrate: Corso riabilitazione pavimento pelvico

Contattaci
Antonella Cavalieri
Riabilitazione del pavimento pelvico
Chinesiterapia Pelvi Perineale
Biofeedback Terapia
Stimolazione Elettrica Funzionale
Corsi Riabilitazione

PERCORSI RIABILITATIVI TEORICO-PRATICI
DEL PAVIMENTO PELVICO

CORSO BASE

PADOVA: 25 - 26 settembre 2009

PER INFORMAZIONI E SCHEDA ISCRIZIONE WWW.SABIWORK.IT

Per informazioni sul corso chiamare il numero 049.7387069 telefono

PROGRAMMA

VENERDI' 25 SETTEMBRE

9.00 – 12.00 ANATOMIA DEL PAVIMENTO PELVICO: (R. De Caro)

Lezione guidata di anatomia della pelvi e del pavimento pelvico con l'utilizzo da parte dei partecipanti dei modelli anatomici.

Seguiranno esercitazioni pratiche sui modelli.

12.00 – 13.30 Pranzo

13.30 – 16.30 LO STUDIO INTEGRATO DEL PAVIMENTO PELVICO (G. Dodi, D. Grassi)

La fisiopatologia del tratto urinario, genitale e ano-rettale.

Le principali patologie dei tre comparti anteriore, centrale e posteriore.

Le disfunzioni dei tre comparti.

Interazioni fra i tre distretti anatomici e visione unitaria nella diagnostica e nella terapia.

16.30 – 16.45 Discussione

17.00 Chiusura dei lavori (prima giornata)

SABATO 26 SETTEMBRE 2009


9.00 – 13.00
LA RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO (A. Cavalieri, D. Primon)

Approccio tradizionale e significato innovativo dell'integrazione nella riabilitazione del pavimento pelvico.

Valutazione funzionale del pavimento pelvico, valutazione segmentaria e posturale.

Proiezioni di immagini e filmati di pratica diagnostica.

Le principali tecniche riabilitative (chinesiterapia, elettrostimolazione, biofeedback).

L'applicazione delle tecniche riabilitative.

Filmati di casi clinici con visione delle sedute riabilitative.


13.00 – 13.15
Discussione


13.30
Chiusura lavori


INTRODUZIONE


Nell’ultimo decennio si è assistito ad una proliferazione di convegni e di pubblicazioni scientifiche concernenti le disfunzioni perineali con un crescente interesse anche per l’approccio riabilitativo, di cui nel 1990 l’International Continence Society ha riconosciuto la validità scientifica. A differenza della farmacologia e della chirurgia, la riabilitazione “parla” alla persona nella sua interezza e non solo all’organo o all’apparato che presenta un difetto o una disabilità da correggere.

Questa caratteristica è pressoché unica nell’ambito della medicina occidentale tradizionale. Le funzioni dell’apparato urogenitale e del sistema ano-rettale sono intimamente collegate fra loro sia per la vicinanza anatomica che per le complesse implicazioni nervose, psicologiche e comportamentali.

Esistono situazioni in cui le malattie che coinvolgono tali apparati s’intrecciano ed in tali casi è possibile prendere provvedimenti di tipo riabilitativo con ragionevoli probabilità di successo.
La riabilitazione, impostata con un criterio interdisciplinare, permette di curare le malattie pelvi-perineali in maniera più efficace, in quanto l’approccio terapeutico completo e personalizzato avviene in un’ottica di integrazione ove l’elemento centrale è l’individuo, considerato per tutte le componenti funzionali degli organi del pavimento pelvico e per le influenze di tipo centrale.

I pazienti non sono solo oggetto di un trattamento, non subiscono passivamente un’operazione o assumono un medicamento, ma una volta spiegato loro il senso della terapia riabilitativa, illustrandone le motivazioni, ne diventano soggetti e parte attiva.

Durante il percorso, nella collaborazione con il terapeuta, possono emergere aspetti personali anche intimi, non di rado sfuggiti al medico durante la fase diagnostica, di potenziale aiuto nella risoluzione dei sintomi.

Nella cura delle patologie funzionali pelvi-perineali la riabilitazione deve quindi occupare una posizione privilegiata per questa sua capacità di indirizzarsi al paziente come uomo e individuo prima ancora che ai suoi visceri.

Va infine valorizzata per il suo significato nella prevenzione delle disfunzioni pelviperineali. Quando non sia in grado di risolvere da sola i problemi va considerata come importante supporto nel pre e postoperatorio.






Educazione Medica Continua - E.C.M.

È stata inoltrata richiesta di accreditamento dell'evento presso la Commissione E.C.M. della Regione Veneto per le seguenti figure professionali:

  • medico chirurgo
  • infermiere
  • ostetrica
  • fisioterapisti


INFORMAZIONI UTILI

QUOTA ISCRIZIONE: 300 EURO + IVA

SEDE DEL CORSO : Padova

Per l’iscrizione e ulteriori informazioni rivolgersi alla Segreteria Organizzativa del corso:
SABI Work s.r.l. - Via Ospedale Civile, 33 35121 Padova – www. sabiwork.it

Tel. 049/7387069 - Fax 049/7387061 – segreteria@sabiwork.it

Vai all'inizio Vai all'inizio